Miranda e Bacca (getty images)
Miranda e Bacca (getty images)

Finalmente un derby  come si deve, di quelli che non si vedono ormai da troppi anni. Alla terza giornata di campionato, dunque un po’ troppo presto per le speranze di Roberto Mancini e Sinisa Mihajlovic, Inter-Milan torna ad accendere San Siro e tutti i tifosi delle due squadre milanesi, che si presentano all’appuntamento fortemente rinnovate, piene di volti e obiettivi nuovi.

 

La Gazzetta dello Sport parla con fiducia di questo appuntamento, che negli ultimi anni era diventato un lento ed ingeneroso spettacolo esageratamente enfatizzato, tra due squadre senza campioni ne’ aspirazioni di alto livello, tanto da farne scaturire scialbi pareggi, come l’ultimo noioso 0-0 dello scorso campionato, o vittorie di misura che non bastavano a lenire le delusioni di una stagione intera. Domenica invece troveremo un’Inter rinnovata, con Mancini che potrà disporre dei suoi nuovi acquisti tanto richiesti ed ottenuti, contro un Milan di sostanza, forse più umile ma altrettanto ambizioso grazie alla verve di Mihajlovic e dei suoi giovani combattenti.

 

Ma chi sta meglio in vista del derby? L’Inter probabilmente, a punteggio pieno in classifica e rinforzata anche con gli arrivi last-minute di Ivan Perisic e Adem Ljajic. Ma non scherza il Milan, sotto tono nelle prime due gare di campionato ma ancora in fase di rodaggio, senza contare la coppia Bacca-Luiz Adriano e un Mario Balotelli che scalpita. E poi si sa, nei derby ogni pronostico è destinato ad essere azzittito.

 

Redazione MilanLive.it