Mihajlovic, ora si cambia: passa al 4-4-2 e rispolvera Mexes

Mexes e Mihajlovic (getty images)
Mexes e Mihajlovic (getty images)

Una svolta, o meglio una sterzata che serve come il pane per salvare baracca e burattini. Sinisa Mihajlovic è chiamato già da sabato prossimo contro il Torino a dimostrare di essere l’allenatore giusto per ripartire con il Milan e toglierlo dall’ennesimo momento di crisi. Urge un nuovo approccio, meno timido e confuso rispetto alle ultime uscite, e ciò potrebbe passare anche e soprattutto dal modo in cui verrà schierata la squadra.

 

Il Corriere dello Sport parla di un Milan che dovrebbe dunque cambiare volto, passando al tanto decantato 4-4-2, che appare molto più nelle corde di questa rosa a disposizione. Il centrocampo sarà schierato in linea, con Nigel De Jong riportato nella sua posizione naturale di mediano accanto ad uno tra Riccardo Montolivo o Andrea Bertolacci. A sinistra Jack Bonaventura sa esprimersi al meglio, come ai tempi dell’Atalanta, mentre a destra potrebbe finire Juraj Kucka, a meno che Mihajlovic non intenda rilanciare come laterale uno tra Alessio Cerci e Keisuke Honda.

 

Intanto si torna a parlare anche di una riscoperta in rosa, quella di Philippe Mexes; la storia recente dell’ex romanista è particolare e travagliata, visto che è passato nel giro di pochi mesi dal rinnovo contrattuale ad essere considerato un esubero fuori rosa. Ma ora, visti i problemi della difesa, potrebbe essere proprio il numero 5 rossonero la soluzione definitiva, magari al fianco del giovane talento Alessio Romagnoli, bisognoso ad oggi di una guida vera e propria.

 

Redazione MilanLive.it