2015: l’Annus Horribilis di Super Mario Balotelli

Mario Balotelli (Getty Images)
Mario Balotelli (Getty Images)

Come dicevano nell’epoca romana in quella lingua che ormai è un tabù per molti, il latino classico: ‘Annus Horribilis‘, tradotto senza troppa confusione in anno orribile. E’ quello che sta attraversando, e per fortuna finendo anzitempo, Mario Balotelli, l’attaccante del Milan che un po’ per sue colpe e un po’ per questioni legate alla malasorte ha passato un 2015 davvero tremendo in tutti i sensi.

 

Come ricorda Tuttosport, in realtà l’annata da dimenticare per Balotelli è cominciata già dal giugno 2014, dai Mondiali in Brasile quando, a parte il gol all’Inghilterra, l’attaccante azzurro ha mostrato nuovamente tutti i suoi limiti caratteriali e persino tecnici risultando tra i peggiori della spedizione del ct Prandelli. Col nuovo anno e il trasferimento al Liverpool sono iniziati nuovi guai: la stampa britannica non ha fatto altro che sottolineare le proverbiali ‘balotellate’ e piazzarlo al centro di gossip e rumors neanche troppo interessanti.

 

Balo ha disputato finora solo 16 delle 44 gare ufficiali di Liverpool e Milan nell’anno solare 2015. Con i Reds in sei mesi ha realizzato una sola rete, contro il Tottenham, finendo poi fuori squadra. Con i rossoneri anche un gol contro l’Udinse, poi la pubalgia come ciliegina sull’amarissima torta annuale che lo bloccherà fino a Natale. Senza dimenticare il ritiro della patente a Brescia, la storia travagliata con la fidanzata storica Fanny e la Nazionale italiana che lo ha snobbato definitivamente. Insomma, un 2015 che peggio non si poteva.

 

Redazione MilanLive.it