Donadoni Milan
Roberto Donadoni

Insignito ieri del ‘Premio Giacinto Facchetti’ dopo un’annata personale molto particolare tra Parma, il fallimento del club ed il ritorno a lavorare a Bologna, l’ex rossonero Roberto Donadoni è stato interpellato sui destini del campionato in corso, che lo vede di nuovo come protagonista assoluto, visto il debutto super sulla panchina degli emiliani con due vittorie su due incontri.

 

Donadoni, che ieri ha ricordato le emozioni del suo passato da calciatore al Milan, in una squadra assolutamente stellare, ha risposto alle domande della Gazzetta dello Sport sulla prossima gara di cartello in Serie A, quel Juventus-Milan che per la prima volta da vari anni non vale lo scudetto per almeno una delle sfidanti. Eppure, secondo il tecnico bergamasco, la situazione delle nobili decadute potrebbe presto cambiare: “Juventus e Milan possono tornare a competere per lo Scudetto, rientreranno in corsa perché non hanno niente da invidiare alle altre big“.

 

Continua così l’ex ala offensiva: Sabato sarà una gara equilibrata che da sempre rappresenta l’essenza del calcio. Tutte e due hanno ritrovato un buon passo e sfruttano il momento positivo. Vincerà di sicuro chi metterà più convinzione e motivazioni in campo, ma anche chi sarà più squadra nel complesso. Juve e Milan risaliranno la china, ma non possono più permettersi alcun pass falso“.

 

Redazione MilanLive.it