Stefano Sensi
Stefano Sensi (foto dal web)

CALCIOMERCATO MILAN – Grandi manovre da parte del Milan in vista di gennaio. In primo luogo ci sarà da sfoltire senza esclusione di colpi l’attuale rosa, tra esuberi che non sono considerati dal tecnico Sinisa Mihajlovic e alcuni big scontati, come Nigel de Jong o Keisuke Honda. Poi sarà il tempo di operare in entrata, visto che al Milan attuale mancano quei 2-3 tasselli primari e utili a far fare il salto di qualità. Ma non c’è solo il solito Axel Witsel sul taccuino di Adriano Galliani, pronto ad operare anche con colpi secondari e meno costosi ma sempre molto importanti per consegnare una squadra completa a Mihajlovic, almeno per il girone di ritorno.

 

Calciomercato Milan, a gennaio tentativi per Sensi e Gomez

Anche la panchina dunque dovrà essere rimpolpata; non che al momento sia piuttosto corta, ma in casa rossonera spunta una carenza di alternative di livello e soprattutto di calciatori che, pur partendo dalle retrovie, abbiano le motivazioni giuste per dare una spinta in corsa. Via dunque i vari Nocerino, Mauri, Suso, probabilmente anche il già citato Honda per fare spazio a nuovi talenti o calciatori utili anche come semplici alternative. Secondo il Corriere dello Sport sarebbero due i calciatori che in tal senso potrebbero rinforzare la rosa.

Il primo è Stefano Sensi, talento classe 1995 osservato ormai da tempo dal Milan e dai suoi uomini mercato. Il regista del Cesena è considerato il nuovo Marco Verratti e fa impazzire anche l’Inter e altre big italiane. I rossoneri appaiono però in pole e proveranno a gennaio a chiudere l’affare consegnando a Mihajlovic un giovane di prospettiva che potrebbe già essere considerato un vice-Montolivo in cabina di regia. L’altro nome è quello del ‘Papu’ Alejandro Gomez, esterno dell’Atalanta che ha impressionato la dirigenza milanista nell’ultima gara a San Siro. L’ala argentina verrebbe di corsa al Milan, dove sarebbe utilizzato come alternativa di lusso di Bonaventura o Cerci nel nuovo 4-3-3 impostato da Mihajlovic.

 

Redazione MilanLive.it