José Mauri
José Mauri (Getty Images)

Strano destino quello di José Mauri. Voluto fortemente dal Milan e da Sinisa Mihajlovic, non ha praticamente mai giocato in questo avvio di stagione se non in amichevole. Il centrocampista, arrivo dal Parma a parametro zero, classe 1996, non ha convinto il tecnico, ma lui vuole giocarsi anche le ultime carte prima di decidere se chiedere la cessione o meno. Non è ancora chiara la posizione della società rossonera, che da una parte vorrebbe girarlo in prestito a qualche club di A (Atalanta, Bologna e Sassuolo lo seguono), ma dall’altra potrebbe sfruttare la possibilità di fare una buona plusvalenza.

 

Nonostante questo, però, l’italo-argentino continua a sentirsi importante per la squadra. Intercettato dai microfoni di Solo Akragas sugli spalti dello stadio di Agrigento (era lì per seguire la partita di suo fratello Juan), ha così parlato in vista della sfida di domani contro la Juventus: “E’ una grande e tornerà su ma secondo me non riuscirà a vincere il campionato. Oggi il Milan è sopra alla Juve, anche se negli ultimi anni sono stati devastanti“. Ecco il suo pensiero anche sulla corsa scudetto: “Fiorentina, Roma e Napoli giocano bene e sono a buon livello. Noi stiamo migliorando ogni giorno“.

 

Redazione MilanLive.it