Kingsley Boateng
Kingsley Boateng (getty images)

Come ricordato dal sito web ufficiale del Milan, il clan rossonero quest’oggi va a Bari per il triangolare Trofeo San Nicola, dove sfiderà per la quinta volta nel giro di pochi mesi i rivali dell’Inter ma anche i padroni di casa pugliesi, attualmente squadra al secondo posto in classifica in Serie B. La formazione guidata dal tecnico Davide Nicola vanta nelle proprie fila ben tre ex calciatori rossoneri, che stasera avranno l’opportunità di mettersi in mostra contro un Milan che li ha snobbati nel recente passato.

 

Il primo è Massimo Donati, esperto centrocampista classe 1981, che il Milan acquistò nel 2001 e restò in maglia rossonera per una sola stagione. In realtà il mediano nativo di Pordenone fu sotto contratto con la società milanese fino al 2006, quando fu ceduto a titolo definitivo al Celtic Glasgow, ma nei precedenti anni fu sempre ceduto in prestito, vestendo le maglie di Torino, Sampdoria, Messina e Atalanta. Solo 17 le presenze in rossonero per Donati in campionato.

 

Il secondo è Stefano Gori, portiere appena diciannovenne cresciuto nelle giovanili del Brescia. Per lui un breve passaggio al Milan dal gennaio 2014 ad agosto scorso, quando è stato ceduto a titolo definitivo proprio al Bari, dove svolge ora il ruolo di secondo portiere alle spalle di Guarna. Il talentuoso estremo difensore ha coperto i pali della Primavera rossonera, vantando anche qualche panchina con la prima squadra nella scorsa stagione.

 

Infine c’è Kinglsey Boateng, altro talento formatosi in casa Milan. Attaccante esterno ghanese ma naturalizzato italiano, è un perno del Bari e della Nazionale Under 21 azzurra. Dal 2007 al 2013 ha militato nelle giovanili rossonere, poi ha vissuto una stagione in prestito al Catania e sei mesi al Nac Breda. Da gennaio 2015 è stato ceduto a titolo definitivo ai galletti, e magari qualcuno a Milanello rimpiange la perdita di un talento così in crescita.

 

Redazione MilanLive.it