Barbara Berlusconi, Sinia Mihajlovic e Adriano Galliani (Twitter)
(Photo by Twitter)

Un Milan da Champions League, ma solo per i numeri che si leggono scorrendo il monte ingaggi attuale del club rossonero. L’anomalia più clamorosa della squadra di Sinisa Mihajlovic ad oggi riguarda proprio i costi e le spese dell’ultima stagione rispetto ai risultati ottenuti ed al vero livello della rosa. L’edizione odierna di Tuttosport mette in chiaro un’analisi lucida ma crudele proprio sul rapporto qualità-prezzo del Milan che sta cercando a fatica di risollevarsi dopo i flop del recente passato.

150 milioni circa spesi di recente da Silvio Berlusconi, il quale ogni tanto sembra pentirsi dell’investimento: “I tifosi sono delusi? Io ho 150 milioni di motivi per essere più scontento di loro” – ha dichiarato tempo fa il presidente rossonero, forse anch’egli ormai convinto di aver messo a disposizione un tesoretto super ma gestito in maniera tutt’altro che positiva ed oculata. Ma il vero spavento arriva quando si scovano i numeri del monte stipendi, che vede 101 milioni di euro netti spesi all’anno per l’intera rosa.

Carlos Bacca e Riccardo Montolivo percepiscono più di tutti, 3 milioni e mezzo all’anno, cifra che da sola è superiore all’intero monte ingaggi delle quattro prossime avversarie di campionato, dal Carpi fino al Bologna. Numeri da Champions ma non corrisposti sul campo, ecco perché il malumore regna in società ed Adriano Galliani ha richiamato a gran voce un piazzamento in Europa che farebbe quanto meno respirare le casse di via Aldo Rossi. Basti guardare l’Inter: flop dello scorso anno, rifondazione tecnica e ora si lotta per lo scudetto.

 

Redazione MilanLive.it