Kevin-Prince Boateng (gazzetta.it)
Kevin-Prince Boateng (gazzetta.it)

Ormai è fatta: Kevin-Prince Boateng sarà nuovamente un calciatore del Milan a gennaio. Il centrocampista ghanese, dopo aver deluso le aspettative dello Schalke 04 sia sul piano tecnico-tattico che comportamentale, inizierà a breve la sua seconda avventura in rossonero. Il calciatore si allenava da tempo a Milanello dopo la rottura con il club tedesco, e ora ha convinto pianamente Sinisa Mihajlovic, che ha così parlato di lui in conferenza stampa: “E’ un giocatore importante che si è sempre comportato ed allenato bene e può tornarci utile”.

L’edizione odierna di Tuttosport ha totalmente bocciato l’acquisto di Boateng. Il ritorno del ghanese, come scritto sul giornale torinese, è un ritorno di cui non si sentiva proprio il bisogno. Anche in questo caso, la tifoseria è completamente divisa in due: per alcuni è un calciatore ancora importante, altri invece tendono ad appoggiare il pensiero di Tuttosport.

Senza dubbio Mihajlovic conosce la situazione meglio di chiunque altro. L’acquisto di Boateng è stato definito soprattutto grazie al placet concesso dal tecnico serbo: probabilmente lo avrà visto bene dal punto di vista fisico e lo considera un valido elemento per offrire variazioni tattiche.

Ecco, questo è il punto. Abbiamo capito che il modulo rossonero sarà il 4-4-2: dove verrà schierato Boateng? Tatticamente anarchico, l’unico ruolo che potrebbe ricoprire è quello di esterno destro di centrocampo, posizione che ha occupato anche in Nazionale un bel po’ di anni fa. Difficile vederlo in mezzo al campo al fianco di Riccardo Montolivo. E se Mihajlovic pensasse a lui come un attaccante? Allora sì, in questo caso potremmo davvero dar ragione a Tuttosport

 

Redazione MilanLive.it