M'Baye Niang
M’Baye Niang (© Getty Images)

Tradizione Sinisa Mihajlovic; il tecnico serbo continua a portare avanti la sua idea nel Milan, ovvero quella di cambiare sempre formazione da una partita all’altra senza soluzione di continuità. Soltanto in un’occasione ha confermato lo stesso undici titolare nel giro di una settimana, per il resto ha apportato modifiche strategiche, tattiche o di uomini andando alla ricerca delle soluzioni ideali.

Secondo la Gazzetta dello Sport, contro l’Hellas Verona nel match di domenica pomeriggio, il mister rossonero si affiderà ancora al 4-4-2 di base, scelto come modulo su cui costruire la rincorsa ai piani alti della classifica, ma qualcosa nello schieramento muterà sicuramente. Già detto del possibile reintegro di Luiz Adriano dal 1′ minuto al fianco dell’amico Carlos Bacca, rischia di perdere il posto M’Baye Niang, uno dei più positivi e continui del momento in casa Milan. E per cercare di far convivere tutti e tre gli attaccanti appena citati, Mihajlovic sta pensando ad una nuova strategia.

Niang potrebbe accomodarsi sulla fascia, nel ruolo di esterno destro di centrocampo, ruolo che occupava spesso nel Milan di Massimiliano Allegri ormai tre stagioni fa. Possibile che il francese tolga il posto a Alessio Cerci e parta da laterale offensivo, visto che l’ex Torino nelle ultimissime gare pare ripiombato nel classico anonimato e nella paura di fallire. Un Milan d’attacco dunque per ritrovare gol e vittoria già da domenica.

 

Redazione MilanLive.it