Bee Taechaubol
Bee Taechaubol (foto dal web)

La speranza di poter chiudere il tanto decantato affare che porterà il 48% delle quote Milan in mano alla ormai stranota cordata asiatica entro fine anno sembra ormai essere decaduta. Il 2015 non vedrà l’ingresso del broker thailandese Bee Taechaubol nel consiglio d’amministrazione rossonero, visto che mancano i tempi tecnici ed alcuni dettagli fondamentali per chiudere l’operazione che va avanti ormai da parecchi mesi.

Silvio Berlusconi aveva parlato di una possibile scadenza entro metà dicembre, proprio vicino alla data del 16, giorno in cui in casa Milan si festeggia l’anniversario della fondazione del club. Ma al massimo in quella data potrà arrivare un nuovo contatto tra le parti, che però esclude decisamente la possibilità di una chiusura definitiva ed ufficiale. Secondo quanto riporta oggi Tuttosport sarebbero ancora carenti certi tecnicismi, come la forzata istituzione di una società finanziaria italiana, capeggiata da Mr.Bee, che diventerebbe in maniera ufficiale la controllante di quasi metà delle quote Milan.

L’ottimismo non manca, Fininvest continua a dare segnali positivi mentre Bee Taechaubol non molla di un centimetro l’operazione, anche se l’ennesimo ritardo sembra evitare automaticamente possibili aiuti in sede di calciomercato invernale da parte del nuovo partner societario. Il 2016 comunque sarà l’anno del passaggio di consegne parziale, anche per i tifosi che ormai non attendono altro che sapere quale destino avrà la loro squadra del cuore.

 

Redazione MilanLive.it