silvio berlusconi
Silvio Berlusconi (foto acmilan.com)

Un gesto per allontanare rumors, polemiche, voci discordanti e sensazionalismi. La visita di ieri di Silvio Berlusconi a Milanello si è svolta quasi in clima natalizio, una sorta di meeting attratto dalla bontà e dalla fiducia, non freddo e glaciale come quello di due settimane fa in cui il presidente aveva saltato a piè pari qualsiasi contatto con lo staff e la squadra. Ieri Berlusconi, dopo aver incontrato gli sponsor istituzionali, si è intrattenuto con tutti accogliendo persino gesti amichevoli e distensivi.

La Gazzetta dell Sport focalizza l’attenzione sull’abbraccio con Sinisa Mihajlovic, gesto plateale che allontana almeno per il momento gli spettri di una rottura tra le parti, di un possibile esonero del tecnico. Il Cavaliere non dispensa attestati di stima così ‘fisici’ tanto spesso e quell’abbraccio tra due caratteri forti e spesso discordanti può rappresentare un punto di ripartenza per il Milan e per il lavoro del mister serbo, che ora però dovrà tramutare su energia in campo questa fiducia totale.

L’altro ‘premiato’ di turno è Mario Balotelli, calciatore esuberante ripreso da Liverpool senza troppi clamori. Da punto interrogativo è diventato, pubalgia a parte, di nuovo un leader della squadra. Berlusconi lo ha voluto con se’ al centro della foto di rito con gli sponsor, più vicino di capitan Montolivo o di qualsiasi altro elemento della rosa. Mario attrae ancora, è un talento folle ma dall’audience facile ed il presidente lo sa. Ed ora Super Mario contro il Verona sogna di tornare in campo per dimostrare di non essere solo un uomo copertina.

 

Redazione MilanLive.it