giocondo martorelli
Giocondo Martorelli (foto dal web)

Ancora tanta amarezza nelle parole di Giocondo Martorelli, ex agente di Giacomo Bonaventura, dopo la rottura col suo storico assistito della quale è stato accusato persino Adriano Galliani e la società Milan in toto. Il procuratore, a prescindere dalle frecciatine al club rossonero, ha nuovamente parlato dei suoi rapporti terminati bruscamente con il jolly numero 28 del Milan.

Interpellato da Tuttomercatoweb.com, Martorelli ha descritto così la fine dei rapporti, spiegandone i possibili motivi: “L’amarezza è tanta e io ci ho sempre messo la faccia in certe situazioni, ora basta col profilo basso. Bonaventura ha firmato con me un contratto da 5 anni con il Milan, con la promessa che se fosse andato bene gli avrebbero ritoccato l’ingaggio. Anche se Jack ha dimostrato di essere il migliore nella rosa non è mai stata affrontata la questione. Fino a qualche settimana fa quando Bonaventura mi ha chiamato dicendo di voler chiudere i nostri rapporti lavorativi. E subito dopo è arrivato l’accordo per l’adeguamento, il contratto della sua vita. Non era mai successa una cosa simile“.

Martorelli si sente deluso soprattutto dal comportamento di Bonaventura: “Ho chiuso con lui, ho messo una pietra tombale sul nostro rapporto. Le nostre strade si dividono e continueranno in direzioni opposte. Mi sembra ingiusto però subire una rottura del genere dopo tanti anni di lavoro assieme, ora saranno altri a beneficiare della sua procura“.

 

Redazione Milanlive.it