Massimo Ferrero e Sinisa Mihajlovic
Massimo Ferrero e Sinisa Mihajlovic (©Getty Images)

MILAN NEWSMassimo Ferrero conosce molto bene Sinisa Mihajlovic per averlo avuto con sé a Genova per un anno e mezzo. Stasera i due si ritroveranno da avversari a Marassi, va infatti di scena Sampdoria-Milan nell’ottavo di finale di Coppa Italia. Il presidente blucerchiato ha sempre creduto nel serbo e non avrebbe voluto lasciarlo partire, ma era impossibile trattenerlo viste le chiamate arrivate prima da Napoli e poi da Milano. Il divorzio non è stato vissuto in maniera tragica, anche se sulla sponda genovese la scelta di assumere Walter Zenga si è rivelata negativa e adesso Vincenzo Montella deve ancora ingranare.

Ferrero stuzzica Mihajlovic e il Milan

Il vulcanico patron del club ligure, però, non manca di lanciare qualche frecciatina al suo ex tecnico ed è tornato a farlo anche alla vigilia di Sampdoria-Milan dopo averlo però elogiato: «Apprezzo sempre Sinisa, come uomo e come allenatore, perché tutto si può dire di lui, eccetto che non sia una persona vera e un grande lavoratore – riporta La Gazzetta dello Sport. In campo, però, non si ragiona con il cuore, bensì con testa, gambe e sudore. Quindi, che vinca il migliore».

Successivamente Ferrero ha punto Mihajlovic con le seguenti parole: «Però, con grande stupore mi sono accorto che in quattro mesi il generale Sinisa è stato degradato capitano dal Milan: sono state minate le sue certezze? Mah…». Il presidente blucerchiato trova il serbo cambiato rispetto ai tempi di Genova e lo sottolinea: «Per esempio, ho letto che stavolta in Coppa Italia vuole far giocare i migliori, mentre quando era il mio generale dava spazio a chi giocava meno per tenere unito il gruppo. Giustamente ci teme, però che cambiamento…».

In effetti il tecnico rossonero varerà un contenuto turnover per evitare brutte sorprese dopo il deludente incontro con il Crotone nello scorso turno. E non gli si può dare torto dato che le riserve del Milan si sono dimostrate inaffidabili. Meglio puntare su chi qualche garanzia a livello di rendimento la può dare.

 

Redazione MilanLive.it