Silvio Berlusconi
Silvio Berlusconi (©Getty Images)

Secondo quanto rivelato quest’oggi dal Corriere della Sera, il Milan nel calciomercato di gennaio non effettuerà gradi operazioni e che Silvio Berlusconi ha imposto un ditkat ad Adriano Galliani: il saldo finale tra entrate e uscite dovrà essere pari a zero. Dunque il presidente rossonero non vuole investire altro denaro dopo quello messo a disposizione nella scorsa estate. Toccherà all’amministratore delegato per la parte sportiva cercare le giuste occasioni low cost e provare a vendere alcuni esuberi.

L’unico modo per mutare questo scenario sembrerebbe la conclusione dell’affare con Mr. Bee Taechaubol per la cessione del 48% del Milan in cambio di 480 milioni di euro. L’operazione, però, è ancora lontana da potersi concludere e pertanto i soldi della cordata asiatica non saranno disponibili per il calciomercato invernale, salvo clamorose sorprese. In questo momento il club appartiene ancora a Fininvest e potrebbe anche sfumare la possibilità di vedere l’ingresso di nuovi soci. Il mese di gennaio sarà decisivo. Senza investimenti sarà dura per i colori rossoneri tornare ai vertici in Italia ed essere protagonisti anche in Europa. E le intenzioni future di Silvio Berlusconi non sono ancora del tutto chiare. Il timore dei tifosi è che si ritorni alle campagne acquisti pre-estate 2015 con parametri zero, scarti e prestiti vari che poco di buono hanno portato in termini di risultati. E’ preoccupa la possibilità che vengano anche ceduti gli elementi migliori della squadra di fronte ad offerte importanti.

 

Redazione MilanLive.it