cerci mihajlovic
Alessio Cerci e Sinisa Mihajlovic (© getty images)

CALCIOMERCATO MILANDiego Perotti è un nome caldissimo per il mercato del Milan. L’argentino è stato corteggiato da Adriano Galliani già in estate, ma poi non se ne fece nulla. Ora la strada può riaprirsi e i rossoneri ci pensano in maniera concreta. L’ex Siviglia potrebbe essere una pedina importante per lo scacchiere di Sinisa Mihajlovic: può giocare sia da esterno che da trequartista. Una vera e propria alternativa tattica. Il calciatore ha voglia di competere e lottare per traguardi importanti e la sessione di gennaio può essere quella decisiva per compiere il grande salto. I buoni rapporti fra l’amministratore delegato rossonero e il Genoa potrebbero facilitare la trattativa.

Calciomercato Milan, Cerci per Perotti?

Dura la vita di Alessio Cerci al Milan. L’esterno non è mai riuscito a convincere squadra e tifosi: le prestazioni offerte in maglia Torino sono solo un lontanissimo ricordo. Voluto fortemente da Filippo Inzaghi l’anno scorso, nemmeno Mihajlovic è riuscito a risollevarlo. Il prestito dell’Atletico Madrid scadrà fra sei mesi, ma il suo addio ai rossoneri potrebbe essere anticipato. La società di via Aldo Rossi cerca rinforzi e un esterno di centrocampo è nella lista della spesa. Ulteriore prova che Cerci è sempre più fuori dal progetto tecnico.

E’ così, dunque, quello di Suso potrebbe non essere l’unico affare sull’asse Milano-Genova in questo mese di gennaio. Il Milan, infatti, starebbe pensando ad uno scambio con il Grifone: Cerci in rossoblu e Perotti in rossonero. Un’operazione difficile, anche perché prima bisognerà comunque trovare una sorta di accordo con i Colchoneros.

Trattativa tutt’altro che fattibile, dunque. Vedremo come si muoverà Galliani in merito. Intanto l’ad ha bisogno di sfoltire la rosa per effettuare degli acquisti. In orbita Genoa c’è anche Antonio Nocerino, ma sembra più probabile una cessione a titolo definitivo al Bologna. Ai felsinei, inoltre, piace anche José Mauri. Da valutare anche la posizione di Nigel de Jong.

 

Redazione MilanLive.it