Alessio Cerci e Cristian Molinaro (Getty Images)
Alessio Cerci e Cristian Molinaro (©Getty Images)

CALCIOMERCATO MILAN – L’idillio tra Alessio Cerci ed il Milan è già finito. Anzi, forse non è mai realmente cominciato, visto che l’esterno offensivo attualmente in prestito dall’Atletico Madrid non è riuscito praticamente mai a stupire e tornare ai livelli degli exploit visti nelle annate con il Torino. L’ala di Velletri, a 28 anni compiuti, non è mai riuscita a fare il salto di qualità che in molti si aspettavano da un talento con le sue qualità di base. In 28 presenze con la maglia rossonera, da gennaio 2015 in poi, è andato a segno in una sola occasione meritando svariate volte l’insufficienza in pagella.

Calciomercato Milan, sondaggi di Bologna e Genoa per Cerci

Secondo quanto riporta oggi il Corriere della Sera, l’avventura di Cerci dopo solo un anno di Milan è praticamente terminata. Il segnale decisivo è arrivato durante la trasferta di Frosinone, quando Sinisa Mihajlovic ha preferito far giocare il redivivo Keisuke Honda come esterno destro titolare piuttosto che l’ex granata, spesso fischiato dai tifosi milanisti e dunque mai troppo amato dalla piazza. Il club di via Aldo Rossi è pronto a rigettare il prestito all’Atletico, ma solo nel caso in cui Cerci trovasse l’accordo con altre società.

In tal senso sono recenti e concreti i sondaggi di Bologna e Genoa, entrambe squadre alla ricerca di un esterno offensivo di qualità proprio come dovrebbe essere Cerci. Sia i felsinei che i liguri sono pronti a prelevarlo in prestito fino a giugno, ma come detto prima di agevolare tale trattativa, il Milan dovrà rispedire ufficialmente il giocare a Madrid, con sei mesi di anticipo rispetto alla scadenza reale dell’accordo temporaneo. Come sono lontani gli applausi, più unici che rari, di San Siro all’indirizzo del discontinuo talento mancino durante la vittoria contro la Sampdoria, una delle poche gare giocare positivamente da Cerci.

 

Redazione MilanLive.it