Giacomo Bonaventura
Giacomo Bonaventura (©Getty Images)

Non sarà il capitano, ne’ un top-player costato 30-40 milioni di euro. Ma Giacomo Bonaventura è da mesi il volto vincente e positivo del Milan, il personaggio che più di tutti sembra in grado di far compiere il salto di qualità alla formazione di Sinisa Mihajlovic. Arrivato a fine agosto 2014 dall’Atalanta per circa 7 milioni, il jolly di centrocampo si sta rivelando fondamentale in qualsiasi ruolo e contesto, tanto da realizzare in stagione già 4 reti e ben 8 assist decisivi.

Come scrive oggi QS è arrivato il momento per il Milan di blindare Bonaventura, soprattutto per via dei recenti sondaggi provenienti dall’Atletico Madrid, che avrebbe individuato in Jack l’ideale sostituto di Koke come esterno nel 4-4-2 di base della formazione di Diego Simeone. I rossoneri devono forzatamente tenersi stretto questo talento classe 1989, già maturo per essere leader di una squadra e di una piazza ambiziosa come quella milanista.

Appena Bonaventura sceglierà quale procuratore prenderà il posto di Giocondo Martorelli, storico agente con cui ha siglato la separazione qualche settimana fa, inizieranno le vere e proprie negoziazioni del rinnovo. Si è parlato recentemente di Giuseppe Riso e anche di Mino Raiola, figure vicine ad Adriano Galliani. L’attuale contratto scade nel 2019, il Milan vuole allungarlo fino al 2020 con un ingaggio decisamene più alto e consono alla qualità del giocatore ex atalantino, che presumibilmente andrà a percepire circa 2 milioni netti all’anno.

 

Redazione MilanLive.it