Roma, è il giorno di El Shaarawy. Il Milan torna su Perotti

Stephan El Shaarawy
Stephan El Shaarawy (©Getty Images)

CALCIOMERCATO MILAN – Oggi dovrebbe essere il giorno dell’ufficializzazione del trasferimento di Stephan El Shaarawy in prestito dal Milan alla Roma. I giallorossi verseranno 2 milioni subito e potranno riscattare per circa 13 il giocatore a fine stagione, senza alcun obbligo. Walter Sabatini è infatti riuscito a strappare all’amico Adriano Galliani il diritto di riscatto.

Il quotidiano Leggo scrive che oggi il Faraone sbarcherà nella Capitale, dopo che c’è stato il via libera del Monaco in seguito all’incontro con il fratello-agente del giocatore. L’approdo di El Shaarawy nella Roma, la quale ha difficoltà a vendere Gervinho, potrebbe riaprire uno scenario in entrata per il calciomercato del Milan.

Calciomercato Milan, ritorno di fiamma per Perotti del Genoa?

Sempre secondo il free press Leggo, Galliani starebbe lavorando sotto traccia per portare Diego Perotti a Milanello. L’esterno del Genoa è stato di recente nel mirino rossonero e negli ultimi giorni sembrava invece che la Roma fosse a un passo dall’acquistarlo. Ma la trattativa non si è chiusa e dunque il Milan può tornare in pista e pensare di concludere l’affare negli ultimi giorni del mercato invernale.

Per operare in entrata Galliani avrà comunque bisogno prima di cedere ancora qualche esubero dell’organico a disposizione di Sinisa Mihajlovic. Gli indiziati sono i soliti noti: Diego Lopez, Nigel de Jong, Antonio Nocerino e José Mauri. Per quanto riguarda Luiz Adriano è stato ribadito che rimarrà, ma la situazione può cambiare se arrivasse un’offerta economica interessante per un trasferimento a titolo definitivo. Dopo il naufragio della trattativa con lo Jiangsu Suning, sono pervenute solo proposte di prestito a Casa Milan ed esse non vengono prese in considerazione. Il club di via Aldo Rossi vorrebbe circa 12-13 milioni per cedere l’attaccante brasiliano, ma non sarà semplice riuscire a concretizzare questa operazione in uscita. Le pretendenti per l’ex Shakhtar Donetsk non mancano, ma servono soldi.

 

Redazione MilanLive.it