Milan, il gruppo Madison si fa sotto: ecco l’offerta

james l dolan
James L. Dolan, presidente del fondo Madison (©getty images)

Bee Taechaubol continua a tentennare ed il Milan inizia a guardarsi attorno. Le rivelazioni di Silvio Berlusconi, che ha aperto alla trattativa con una nuova cordata internazionale per le quote del Milan, portano retroscena ed indiscrezioni tutte nuove sulla questione societaria, che ormai si sta evolvendo da almeno un anno a questa parta.

Gli aggiornamenti della La Gazzetta dello Sport parlano di un’offensiva praticamente pronta della società Madison Square Garden Company, holding di origine statunitense che già in passato aveva cominciato ad interessarsi alle quote del Milan, in particolar modo quando era ancora in ballo l’operazione relativa allo stadio di proprietà voluto da Barbara Berlusconi ma momentaneamente accantonato per divergenze tecniche e societarie.

Il presidente James L. Dolan, proprietario del celebre Madison Square Garden di New York e della franchigia di Nba dei Knicks, avrebbe pronta la prima proposta concreta alla società di Silvio Berlusconi: 650 milioni di euro per tutto il pacchetto azionario del Milan. Un’offerta molto più bassa e ben diversa da quella della cordata di Mr.Bee, che ha valutato il 100% delle quote intorno al miliardo di euro, pronto a spenderne 480 milioni per la sottile minoranza. Berlusconi inoltre difficilmente vorrà abbandonare la sfera di maggioranza in maniera immediata, ma non è escluso che la trattativa possa entrare nel vivo e avvicinare le parti in futuro.

 

Redazione MilanLive.it