Nigel de Jong
Nigel de Jong in azione (©Getty Images)

Nigel de Jong di recente ha fatto parlare di sé per un durissimo intervento ai danni di Darlington Nagbe nel corso della partita tra i suoi Los Angeles Galaxy e i Portland Timbers. L’avversario è uscito dal campo in carrozzella e con una gamba rotta. L’olandese si è scusato, spiegando che non era sua intenzione recare quel danno.

La sanzione pesante per l’ex centrocampista del Milan è stata, però, inevitabile: 3 giornate di squalifica. De Jong deve prestare attenzione alla sua condotta in campo e alle assenze, perché ciò può pesare sul suo futuro. Secondo quanto rivelato da Gianluca Di Marzio, infatti, nel suo contratto è presente una clausola che prevede una soglia minima di partite da giocare in questa stagione affinché in quella 2017/18 venga innescato il cosiddetto “DP contract” (Designated Player), un tipo di contratto che consente alle squadre della MLS di ingaggiare un numero limitato di giocatori con un costo di stipendio superiore al salary cap stabilito.

 

Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it