Mati Fernandez
Mati Fernandez (©getty images)

MILAN NEWS – Non è ancora chiusa la vicenda, a tratti piuttosto misteriosa, che ha portato il cileno Mati Fernandez nelle ultime ore della sessione estiva di calciomercato dalla Fiorentina al Milan. Da ieri la Procura federale ha aperto un’indagine riguardo al trasferimento, in particolare con un occhio alle manovre del club rossonero, che come ricorda la Gazzetta dello Sport erano state giudicate irregolari da quella che sarebbe la parte lesa, ovvero il Cagliari.

Per ricordare i fatti, basta andare al 31 agosto scorso, quando il Cagliari aveva l’accordo con Mati per un prestito oneroso annuale. Il cileno, ormai convinto della soluzione, stava per firmare nel box dei sardi, quando un intervento in extremis del Milan ha bloccato tutto, i rossoneri si sono inseriti anche grazie all’ipotetica mediazione di Pablo Cosentino, personaggio ‘oscuro’ del mondo del calcio, squalificato dalla Figc dopo la partecipazione diretta nello scandalo di Catania sui ‘Treni del gol’ con tanto di illecito sportivo a proprio carico.

Il Cagliari denuncia proprio l’intervento di un uomo di mercato impossibilitato per legge a partecipare a certe transazioni. La Procura martedì prossimo ascolterà il ds sardo Stefano Capozucca, il primo a puntare il dito contro il Milan per la strana manovra di calciomercato. Intanto il legale dei rossoneri Leandro Cantamessa ha confermato, come già scritto da un comunicato ufficiale, che il Milan non avrebbe mai usufruito dell’intervento di Cosentino per questa trattativa.

 

Redazione MilanLive.it