Adriano Galliani
Adriano Galliani (©Getty Images)

MILAN NEWS – Consueta intervista pre-partita per Adriano Galliani ai microfoni di Premium Sport. Questo pomeriggio il Milan è impegnato a San Siro contro un’avversario ostico: l’Udinese. Proprio sul match odierno, l’amministratore delegato milanista ha riferito: “Non mi piace parlare prima, perché poi dopo si rischia di essere smentiti. L’allenatore sta dando un gioco e i giocatori lo stanno seguendo”. 

Sul closing ormai imminente per il passaggio del Milan da Fininvest al consorzio cinese: “Non ho mai parlato del closing, quello riguarda i due azionisti Fininvest e il consorzio. Noi lo gestiremo fino al closing, poi passerà a loro. Nessun contraccolpo o alibi. C’è collaborazione assoluta con i nuovi compratori. Il tweet di Albertini? Anche io non sono interista. Allora siamo in due. Giuro, questo ve lo giuro. Non c’è nessuno spirito polemico, non ho nulla da dire. Sono l’a.d. del Milan da 30 anni e lo farò fino all’ultimo con il solito impegno”. 

Ancora su Vincenzo Montella e su Gianluca Lapadula: “A me piace molto perché prova ad imporre il proprio gioco. Io trovo che Sarri o Giampaolo provino a imporre il proprio gioco, così come Montella. Lapadula? In questo 4-3-3 è alternativo a Bacca. Credo che una grande squadra abbia bisogno di alternative all’altezza. Luiz Adriano è più un’esterno rispetto a Lapadula. E’ normale un po’ di sana concorrenza”. 

Ancora sul rapporto con i futuri proprietari cinesi e in particolare sull’offerta milionaria del Chelsea per Alessio Romagnoli: “La sua non cessione è stata una delle tante cose condivise da entrambe le parti. E’ stato un ‘no’ unanime. Tranquillizzo tutte le persone a cui sta a cuore il Milan, non ci sono problemi. Tutto è stato concordato con i nuovi acquirenti”. 

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it