Casa Milan
Casa Milan (©Getty Images)

MILAN NEWS – Non è proprio un momento di chiarezza e di certezze per il Milan, soprattutto a livello di scelte societarie. Il tutto è bloccato e congelato in attesa dello sbarco ufficiale della cordata cinese e dei nuovi investitori, che entro novembre concluderanno l’acquisizione delle quote di maggioranza e daranno il via ad una nuova era per il club milanista. Ma fino ad allora ogni scelta dirigenziale e commerciale appare praticamente bloccata.

Lo conferma l’indiscrezione del Corriere della Sera che parla di un accordo praticamente saltato ad un passo dalle firme con la azienda d’abbigliamento italiana Diesel. Il Milan al momento non ha una collaborazione o partnership attiva per le divise ufficiali di rappresentanza, tanto che Vincenzo Montella è costretto a sedere in panchina indossando abiti propri e non quelli donati dalla società, come succede invece a tutte le altre squadre almeno di Serie A.

L’accordo con Dolce&Gabbana è scaduto da mesi e non è stato rinnovato, mentre con Diesel era praticamente tutto fatto, finché da Pechino non è arrivato l’alt della futura proprietà che ha imposto alla attuale dirigenza e reparto marketing di bloccare ogni contratto o trattativa in tal senso. Niente da fare per l’azienda di Renzo Rosso, grande tifoso milanista, che avrebbe volentieri creato le divise eleganti per la squadra rossonera.

 

Redazione MilanLive.it