Riccardo Montolivo Ciro Immobile
Riccardo Montolivo e Ciro Immobile (©Getty Images)

MILAN NEWS – Che Riccardo Montolivo non sia più così intoccabile? Lo ha “rivelato” l’edizione odierna de La Repubblica, che ha sottolineato come il graduale inserimento di Manuel Locatelli possa modificare le gerarchie di Vincenzo Montella. Il tecnico rossonero, in effetti, aveva chiesto alla società un regista, ma non è stato accontentato; allora ha provato ad adattare José Sosa in quel ruolo, senza però esserne pienamente convinto. Per mancanza di alternative, quindi, il capitano rossonero ha mantenuto la sua titolarità.

Ma attenzione, perché Locatelli cresce a vista d’occhio. Fisicamente e tecnicamente. Sia contro la Sampdoria che contro la Lazio, il suo ingresso ha provocato il dirottamento di Montolivo nel ruolo di mezzala, una soluzione che convince e non poco Montella. “Può farlo, mi è piaciuto nelle ultime gare quando è entrato Locatelli. E’ un ruolo che ha fatto anche in passato. Riccardo può adattarsi a diversi ruoli”, ha detto il tecnico in conferenza stampa. Troppo poco il minutaggio in quella posizione per giudicarlo, ma qualche argomento a disposizione ce l’abbiamo.

Dall’anno scorso, con Sinisa Mihajlovic, Montolivo si è specializzato nell’interdizione, diventando fra i migliori recupera palloni d’Europa. E infatti, anche in queste prime partite di campionato, le cose maggiormente positive le ha fatte vedere sempre in fase difensiva piuttosto che in quella offensiva, nonostante una certa difficoltà nell’alzare il baricentro della squadra. Per ricoprire degnamente il ruolo di mezzala ci vuole molto di più. C’è bisogno di qualità, facilità di corsa e tempi di inserimento: caratteristiche che non fanno parte certamente del bagaglio tecnico di Montolivo.

 

Redazione MilanLive.it