Adriano Galliani
Adriano Galliani (foto acmilan.com)

CALCIOMERCATO MILAN – Oggi Adriano Galliani ha rilasciato una lunga intervista a Milan TV e ha raccontato diversi interessanti aneddoti della sua carriera da dirigente rossonero. Alcuni riguardanti il calciomercato.

Tra questi retroscena svelati uno riguarda Ricardo Kakà: “E’ arrivato perché hanno insistito molto Braida e Leonardo. Io ho creduto in loro ed è stata un’intuizione pazzesca. Però il Milan non possedeva un posto per l’extracomunitario. Io ho detto: ‘Chissà che magari succede qualcosa’ e allora ho ceduto Aliyu allo Standard Liegi. Ho chiamato il mio amico Luciano D’Onofrio e gli ho detto: ‘Devi prendermi un extracomunitario. Ti paghiamo lo stipendio, ma devi portarcelo via per crearci lo spazio per Kakà’“.

Forsi in pochi ricorderanno Mohammed Aliyu Datti, oggi 34enne e ritiratosi dal calcio nel 2010. Era un attaccante nigeriano che nel 1998 era entrato nella Primavera del Milan. Sole due presenze nella prima squadra rossonera, poi i prestiti a Monza e Siena. Infine nel 2003 il trasferimento allo Standard Liegi. Dopo una stagione sola (28 presenze e 8 gol), se ne è andato proseguendo comunque in Belgio tra Mons, Gent, Zulte Waregem, ancora Mons e poi il ritorno in patria nel Niger Tornadoes. Nel 2009 rientra in terra belga, ma in terza divisione con il Dessel. Al termine della stagione il ritiro. A Kakà, arrivato a Milano in parte grazie a lui, è andata decisamente meglio.

C’è poi un altro retroscena di calciomercato che Galliani ha raccontato e riguarda Edin Dzeko. L’attuale bomber della Roma fu cercato dal Milan soprattutto quando militava nel Wolfsburg. Fu messo nel mirino nell’estate 2009, quando poi invece arrivo Klaas Jan Huntelaar. Il dirigente brianzolo sul centravanti bosniaco svela: “Qualche anno fa tentai di prenderlo e son stato 3 giorni nascosto in un albergo a Sarajevo insieme a Braida. Ultimamente mi beccano sempre“. Il bosniaco non è mai approdato a Milanello, nonostante sia stato cercato più volte. Di recente si è parlato di scambio Dzeko-Bacca, ma difficilmente andrà in porto.

 

Redazione MilanLive.it