Massimiliano Mirabelli
Massimiliano Mirabelli (foto Sky)

CALCIOMERCATO MILAN – Continuano i viaggi di Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli per tutta l’Europa. I due ieri hanno assistito a Sporting Lisbona-Real Madrid per dare un’occhiata a diversi profili, sia nelle fila portoghesi che in quelle madrilene. Ma non è stata la loro prima uscita da dirigenti del Milan: qualche settimana fa, insieme, hanno fatto visita ad Antonio Conte allo Stamford Bridge in occasione del match contro il Leicester City.

Insomma, non sono ancora formalmente inseriti in società, ma già stanno lavorando in vista del mercato di gennaio. Entrambi, tra l’altro, parleranno con Vincenzo Montella dopo il closing proprio per fare il punto della situazione e programmare la campagna acquisti di gennaio.

Calciomercato Milan, Mirabelli da Lisbona a Firenze

Dopo il breve soggiorno a Lisbona insieme a Fassone, Mirabelli è pronto a tornare in Italia. Non a casa, bensì a Firenze. Il futuro direttore sportivo del Milan è atteso all’Artemio Franchi per assistere a Fiorentina-Paok Salonicco di Europa League. Molto probabilmente, come riporta Sky Sport, l’osservato principale sarà Milan Badelj, da tempo nel mirino dei rossoneri e pupillo di Vincenzo Montella. Ma il croato non è l’unico che potrebbe essere finito nella lista dell’ex capo-scout dell’Inter: interessano anche Matias Vecino e Nikola Kalinic.

Tre nomi sicuramente molto interessanti, in particolare quello di Badelj, che alcune fonti hanno dato addirittura per certo al Milan a gennaio. La Fiorentina ha esigenza di far cassa e il croato è in scadenza nel 2018, quindi potrebbe accontentarsi di un’offerta da 9-10 milioni. A Montella serve eccome uno come l’ex Amburgo davanti alla difesa, che è in grado di mettere a disposizione della squadra qualità ma anche tanta quantità in mezzo al campo. Il tecnico campano lo conosce benissimo, visto che lo ha avuto ai tempi della Fiorentina, e gli sarebbe piaciuto averlo già in estate, ma non è stato accontentato. Vedremo se a gennaio si potrà rimediare.

Anche Vecino è un centrocampista che potrebbe far comodo ai rossoneri. Può agire sia in cabina di regia che soprattutto da mezzala: tecnicamente valido e con buoni tempi di inserimento. Ci sembra più difficile invece l’ipotesi Kalinic. L’ex Dnipro è un attaccante importante e ha già dimostrato le sue qualità, ma in quel ruolo il Milan è ben che coperto con Carlos Bacca, Gianluca Lapadula e Luiz Adriano. Tra l’altro la valutazione dei viola sul bomber è veramente molto alta.

 

Redazione MilanLive.it