Casa Milan
Casa Milan (©Getty Images)

MILAN NEWS – Il quotidiano La Stampa oggi affronta il tema inerente la cessione del Milan, provando a spiegare la situazione.

Innanzitutto lo scenario al momento prevede: 1) non sono arrivate le autorizzazioni per sbloccare i 420 milioni che deve incassare Fininvest; 2) Non è stato «attivato» il piano B che prevede l’emissione di una fideiussione da una banca europea; 3) la macchina del closing del 13 dicembre lavora a passo spedito; 4) Fininvest non conosce ancora il nome degli investitori.

Su La Stampa non viene comunque escluso che il termine del 13 dicembre per ratificare il closing venga rispettato. Ma se questa scadenza, comunicata ufficialmente da Sino-Europe Sports poco tempo fa, non dovesse essere rispettata cosa succederebbe? I cinesi potrebbero chiedere una proroga, probabilmente di un mese, in cambio di una ridiscussione delle condizioni economiche dell’operazione. In tal modo gli acquirenti non perderebbero i 100 milioni di euro di caparra e Fininvest si assicurerebbe altro denaro a garanzia. Dunque sarebbero versati altri soldi alla holding della famiglia Berlusconi per ottenere più tempo per poter chiudere l’affare.

Vedremo come andranno le cose. Il 13 dicembre si avvicina sempre di più, tra dubbi e incertezze, però il comunicato con cui i cinesi si sono esposti nel fissare la data del closing fa essere fiduciosi in molti. Questa vicenda inerente la cessione del Milan è diventata una telenovela e tutti non vedono l’ora che si arrivi all’ultima puntata e cali il sipario.

 

Redazione MilanLive.it