Silvio Berlusconi, Han Li e Yonghong Li (Photo by XH Sports)

MILAN NEWS – Ormai ci siamo. Da ieri sono ufficiali anche le convocazioni alle assemblee dei soci del Milan che sanciranno, tra il 1° ed il 3 marzo, il passaggio di consegne dalla gestione Silvio Berlusconi a quella di origine cinese. I rappresentanti del fondo Sino-Europe Sports sono pronti a sbarcare in Italia a breve, i calici sono già pronti per il brindisi finale.

Insomma, come riporta la Gazzetta dello Sport, sembra che non vi siano più intoppi per il closing Milan, che dovrebbe essere ufficializzato più  probabilmente il 3 marzo, giorno fissato per la scadenza ultima. Yonghong Li e soci saranno in Lombardia per l’incontro decisivo, che dovrebbe avvenire a Villa San Martino o ad Arcore, con il presidente Berlusconi per mettere nero su bianco le firme sul contratto di compravendita del club. La certezza assoluta che tutto vada in porto ancora non c’è, visto il precedente del dicembre scorso, quando le bottiglie erano pronte ma arrivò la richiesta di uno slittamento del closing.

Marzo è ormai vicino e il passaggio di proprietà storico dovrebbe comunque avvenire, c’è ottimismo. Intanto sono state smentite dalle parti le voci secondo cui SES avrebbe garantito solo l’acquisizione dell’80% delle quote, lasciandone il 20% in mano a Fininvest. I cinesi hanno raccolto i 320 milioni necessari e sono pronti a chiudere come pattuito per il 99,93% del Milan. Segnali della transazione praticamente chiusa arrivano anche dalla presenza di Marco Fassone ad Arcore, nella residenza di Berlusconi, come testimonia l’incontro avvenuto a circa un mese fa in presenza di Adriano Galliani.

 

Redazione Milanlive.it