Gianluigi Donnarumma
Gianluigi Donnarumma (©Getty Images)

MILAN NEWS – Compiere 18 anni vuol dire molto: maturità, patente, possibilità di comperare alcolici. Cose che Gianluigi Donnarumma dovrà bypassare, visto che il 25 febbraio prossimo, giorno in cui diventerà maggiorenne, è la vigilia di Sassuolo-Milan e ci sarà poco spazio per i festeggiamenti.

Il portiere del Milan è pronto a celebrare comunque una data storica, visto che dopo un anno e mezzo da titolare minorenne del club entrerà a far parte a tutti gli effetti dei big. Contro la Fiorentina domani sarà la sua ultima partita da ‘under 18’, ma la differenza non si vedrà, visto che le qualità del giovanissimo estremo difensore campano sono destinate soltanto a confermarsi ed al massimo a migliorare.

Lo step dei 18 anni in realtà diventa un campanello d’allarme per il Milan, che dopo aver celebrato il compleanno di Gigio dovrà pensare seriamente a blindarlo, a rinnovare l’attuale contratto giovanile con scadenza giugno 2018 e provare a mettere la parola fine alle voci di mercato che spesso lo accompagnano. Come scrive oggi la Gazzetta dello Sport, le opzioni sul futuro di Donnarumma sono tre: la prima è ottimistica, con la cordata cinese che appena insediatasi dà le giuste garanzie al portiere e all’agente Mino Raiola rinnovando il contratto a cifre molto alte.

La seconda invece potrebbe prendere più tempo del necessario, con i nuovi dirigenti che inseriranno il rinnovo di Gigio tra le tante incombenze future e riparleranno dell’accordo magari in estate. La terza infine, meno auspicata dai tifosi rossoneri, riguarderà uno strappo tra le parti, con Raiola pronto a portare Donnarumma all’estero o, con maggiore rimpianto, alla tanto chiacchierata Juventus. Ovviamente la prima ipotesi è quella maggiormente auspicabile, ma non c’è dubbio che anche i cinesi faranno di tutto per trattenere un gioiello inestimabile come il portiere classe ’99.

Redazione MilanLive.it