Andrea Bertolacci
Andrea Bertolacci (©Getty Images)

MILAN NEWS – Domani contro la Fiorentina, Vincenzo Montella ha intenzione di rivoluzionare il centrocampo. Rispetto alla sfida esterna contro la Lazio di lunedì scorso, verrà cambiato interamente il reparto nevralgico della squadra. Per il gioco che vuole proporre il tecnico, serve grande sicurezza, qualità e velocità nel giro-palla.

Fuori Manuel Locatelli, in cabina di regia subentra José Sosa. Il giovanissimo rossonero ha subito una netta involuzione nelle ultime partite, ma Montella in conferenza stampa quest’oggi ci ha tenuto a rassicurarlo: “Deve stare sereno, è stato catapultato in questa realtà e non deve perdere la tranquillità. Deve imparare a gestirsi, nonostante il suo grande entusiasmo”. 

Turno di riposo anche per Mario Pasalic, che nell’ultima partita contro i biancocelesti è apparsi stanco e poco lucido. Anche contro il Bologna mercoledì scorso non aveva mostrato una grande prestazione, ma il gol nel finale dopo la magia di Deulofeu, aveva rimandato ogni giudizio sulla prova generale nel corso della partita. Accantonato anche Andrea Poli, almeno per quanto riguarda l’impiego da titolare. A partita in corso, come successo a Bologna, può essere più che utile per dare vivacità e corsa al reparto.

A completare il centrocampo milanista insieme al Principito, ci saranno Juraj Kucka e Andrea Bertolacci. Il primo è rientrato dalla squalifica e giocherà sul centro-destra come successo praticamente sempre in questa stagione. È sicuramente uno dei fedelissimi di Montella, che tra alti e bassi lo ha quasi sempre proposto da titolare. Il secondo invece è stato impiegato a momenti alterni: superato l’infortunio alla coscia, non ha mai mostrato grandi prestazioni. L’ultima da titolare è stata contro la Sampdoria il 5 febbraio scorso. Il centrocampista ex Roma dovrà assolutamente mostrare tutto il suo vero potenziale ed aiutare la squadra ad ottenere una vittoria fondamentale per il proseguo del cammino in campionato.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it