Silvio Berlusconi Yonghong Li Han Li
Silvio Berlusconi, Han Li e Yonghong Li (Photo by XH Sports)

MILAN NEWS – Le date della chiusura sono praticamente certe. Il 1° marzo Fininvest riceverà il saldo da Hong Kong per l’acquisizione delle quote di maggioranza del Milan, mentre il giorno 3 sarà quello decisivo per firme e presentazioni del nuovo corso cinese in casa rossonera.

Tutto pronto per il closing tanto atteso dunque, ma ci sono alcuni nodi ancora da sciogliere. Per esempio sulla lista degli investitori presenti all’interno di Sino-Europe Sports, visto che finora le uniche aziende cinesi presenti sembrano essere Huarong e Haixia Capital, mentre gli altri soci sono tutti da scoprire. Da decifrare anche il futuro di Silvio Berlusconi, al quale è stata offerta da tempo la presidenza onoraria del club, un ruolo simbolico che però gli eviterebbe qualsiasi potere decisionale.

Secondo ciò che riporta La Stampa, Berlusconi è sempre più deciso a dire di no alla proposta dei cinesi, che lo avrebbero voluto ancora all’interno dell’organigramma seppur in modo solo simbolico. Il Cavaliere è pronto al gran rifiuto, così che la presidenza possa spettare a Yonghong Li, l’uomo d’affari cinese assoluto fautore e portabandiera dell’intera operazione, essendo il primo, assieme al socio Han Li, ad averci messo la faccia ed essendosi presentato l’estate scorsa a Villa Certosa, residenza di Berlusconi, per la formalizzare l’impegno di acquistare il club.

 

Redazione MilanLive.it