L'esultanza dei rossoneri al gol di Juraj Kucka in Milan-Fiorentina
L’esultanza dei rossoneri al gol di Juraj Kucka in Milan-Fiorentina (©Getty Images)

MILAN NEWS – Tutto ancora da decifrare il futuro, dal punto di vista tecnico e strategico, del Milan. Il club rossonero a breve passerà al fondo cinese Sino-Europe Sports, cambiando decisamente il proprio destino ed i progetti interni, alla ricerca di una ribalta internazionale che manca da troppo tempo.

Ma come fa presente oggi il Corriere dello Sport, troppi sono i nodi da sciogliere per i nuovi proprietari. Innanzitutto la gestione dei calciatori attualmente in prestito: Mario Pasalic, Gerard Deulofeu e Lucas Ocampos sono tutti calciatori di talento che però non vantano un diritto di riscatto. Starà ai nuovi dirigenti capire se c’è il margine e il dovere di trattenerli, i primi due in particolar modo viste le recenti prestazioni di alto livello.

Ancor più caldo il discorso dei rinnovi contrattuali da attuare: Gianluigi Donnarumma è il caso più spinoso e toccherà alla proprietà cinese convincere lui e il suo procuratore Mino Raiola a firmare un nuovo accordo vantaggioso per tutti, anche se il rischio ‘estero’ resta molto alto. Vanno trovate soluzioni anche sui contratti dei vari De Sciglio, Paletta, Suso e Bacca, tutti calciatori di valore che potrebbero prendere altre strade se il Milan non dovesse partecipare alle prossime competizioni Uefa.

Infine c’è il discorso legato ai giovani talenti: puntare su di loro come fatto finora (vedi Donnarumma, Locatelli, ecc…) oppure tornare a lavorare su calciatori più navigati. Anche qui dipenderà dalle strategie societarie, ma l’impressione è che la ricca ‘cantera’ di Milanello non venga snobbata. Anche a costo di sacrificare qualche ‘big’ piuttosto scontento.

Redazione MilanLive.it