Fabio Maresca
Fabio Maresca (©getty images)

MILAN NEWS – Non troppo positiva la prestazione dell’arbitro Fabio Maresca, giovane direttore di gara della sezione di Napoli, che ieri per la prima volta ha diretto in Serie A il Milan. Prova non disastrosa come quella del collega Calvarese una settimana fa al Mapei per Sassuolo-Milan, ma qualche dubbio rimane.

Come sottolinea l’analisi della moviola del Corriere dello Sport, Maresca non convince anche per qualche atto di presunzione e dai mancati aiuti dei guardalinee, spesso distratti. Nel primo tempo giudica bene sul contatto Deulofeu-Dainelli in area clivense, ma esagera nell’ammonire lo spagnolo che praticamente protesta in silenzio. Tanti dubbi sul rigore concesso al Chievo: la trattenuta di De Sciglio su Gakpé è veniale e l’attaccante cade in modo goffo. Inoltre era anche partito in posizione non segnalata di off-side, dunque tutta l’azione risulta irregolare.

Il primo rigore per il Milan è invece giusto: fallo di mano di Cesar sulla conclusione di Manuel Locatelli, il braccio dello sloveno non è larghissimo ma interrompe la traiettoria del pallone. Molto dubbio il secondo rigore che Maresca concede ai rossoneri: Ocampos viene steso da Izco, che però viene a sua volta colpito dal tentativo di conclusione dell’argentino. Il contatto c’è ma sembra più ‘cercato’ da Ocampos. Lo stesso esterno rossonero nei minuti finali rischia il ‘rosso’ diretto per un intervento inutile e scomposto su Cacciatore.

 

Redazione MilanLive.it