Vincenzo Montella e Riccardo Montolivo (©Getty Images)

MILAN NEWS – Non è mai bello ne’ elegante appellarsi agli assenti e agli infortunati per giustificare una sconfitta o un periodo negativo di una squadra. Ma il Milan effettivamente da sei mesi gioca senza il suo capitano, il vero metronomo del centrocampo.

Riccardo Montolivo non calca il terreno di San Siro da Milan-Sassuolo; era il 2 ottobre 2016 e avvenne uno strano passaggio di consegne: Vincenzo Montella lo sostituì dopo un primo tempo negativo e lanciò Manuel Locatelli, che con lo splendido sigillo del 3-3 da fuori area quasi sembrò strappare il posto al suo più esperto compagno di squadra. Consegne che avvennero ufficialmente dopo la lesione al legamento crociato del ginocchio sinistro che Montolivo si procurò qualche giorno dopo allo Juventus Stadium, nel match di qualificazione mondiale tra Italia e Spagna.

Sei mesi dopo, per la corsa all’Europa League e per un finale di stagione caldissimo, il Milan ha bisogno del suo capitano, che non aveva affatto cominciato male la stagione in rossonero. Come scrive la Gazzetta dello Sport Montolivo può finalmente rientrare nella lista dei convocati anti-Empoli. Dopo settimane di allenamento con il resto del gruppo e l’esordio con la Primavera di Stefano Nava, l’ex regista della Fiorentina si sente pronto, in grado di ritoccare l’erba di San Siro anche solo per qualche minuto. A meno di sorprese Montolivo sarà dunque in panchina nel match di domani pomeriggio.

 

Redazione MilanLive.it