Mino Raiola
Mino Raiola (©Getty Images)

MILAN NEWS – Situazione a dir poco intricata quella relativa al futuro di Gianluigi Donnarumma. Lo stallo in casa Milan dovuto al tanto agognato closing con la società cinese ha reso ancor più complesse le trattative per blindare il giovanissimo portiere titolare.

Donnarumma, come è ormai noto, vedrà scadere il suo contratto ‘giovanile’ il 30 giugno 2018 ed il rischio per la società rossonera è quello di poterlo perdere già dalla prossima estate a cifre neanche così esaltanti. Dalla scorsa settimana sono però iniziati i primi colloqui informali tra i dirigenti Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli con l’agente Mino Raiola, lo scomodo personaggio che da mesi a questa parte continua a mostrare scetticismo per il rinnovo del portiere, visto che non è ancora troppo convinto delle potenzialità e dei progetti della proprietà cinese.

Secondo quanto afferma oggi La Stampa, Raiola avrebbe cominciato a dettare le sue condizioni per poter arrivare ad un accordo con il Milan: il procuratore italo-olandese prima vuole vedere quali saranno i colpi sul mercato effettuati dalla nuova dirigenza. Vuole insomma capire se i rossoneri riusciranno a rinforzare seriamente la squadra e dunque confermare le promesse fatte su budget ed investimenti. Dopo di che si tratterà del rinnovo di Donnarumma, a cifre sicuramente importanti per un ragazzo di 18 anni. Condizioni che non piacciono troppo al Milan, che vorrebbe invece affrettare i tempi e trovare un accordo anche prima della sessione di mercato estiva.

 

Redazione MilanLive.it