Cristian Zapata e Vincenzo Montella
Cristian Zapata e Vincenzo Montella (©Getty Images)

MILAN NEWS – Non è previsto alcun premio economico ai calciatori e allo staff del Milan in caso di raggiungimento della qualificazione in Europa League. Chi pensava che la squadra rossonera fosse spronata da un riconoscimento monetario è stato immediatamente smentito.

Lo scrive oggi la Gazzetta dello Sport, che fa sapere come dalle parti di Casa Milan considerino un ritorno alle competizioni europee come obiettivo ‘ordinario’, ovvero nulla di eccezionale per la storia ed il prestigio di un Milan che però, allo stesso tempo, non mette piede fuori dall’Italia per gare ufficiali (Supercoppa esclusa) da ormai più di tre anni. L’ultima volta fu l’11 marzo 2014, quando l’Atletico Madrid umiliò la formazione rossonera agli ottavi di Champions con un perentorio 4-1 dopo aver già trionfato all’andata a San Siro di misura.

Negli anni successivi sono arrivate solo delusioni e piazzamenti indecenti a fine stagione; Clarence Seedorf nonostante una buona cavalcata nel girone di ritorno arrivò solo ottavo. Per non parlare di Filippo Inzaghi, l’uomo delle coppe, fermatosi al decimo posto. Il tandem Mihajlovic-Brocchi non sfruttò ne’ un buon piazzamento in campionato ne’ la finalissima di Tim Cup per ritrovare la qualificazione europea. Tocca ora a Vincenzo Montella sovvertire il brutto andamento recente e riportare il Milan alla dimensione che merita, senza il bisogno di premi per stimolare i suoi calciatori.

 

Redazione MilanLive.it