Premium – Milan, sfuma Renato Sanches. Badelj l’alternativa

Milan Badelj
Milan Badelj (©Getty Images)

CALCIOMERCATO MILAN – Fino a due settimane fa Renato Sanches sembrava vicinissimo ai rossoneri, con Carlo Ancelotti che lo aveva dichiarato cedibile. Pochi giorni però il Bayern Monaco e lo stesso ex mister milanista, hanno cambiato idea.

L’offerta del Milan era parecchio onerosa e si avvicina intorno ai 50 milioni, di cui 10 di prestito biennale oneroso e diritto/obbligo di riscatto a 40 milioni. Proposta a quanto pare che non ha convinto i bavaresi, che dunque si terranno il giovanissimo centrocampista portoghese in rosa. A questo punto il Milan è costretto a cambiare strada per trovare un rinforzo e – secondo quanto riferito da Premium Sport – l’alternativa sarebbe Milan Badelj.

Calciomercato Milan, niente Renato Sanches. L’alternativa è Badelj: quante soluzioni per Montella

Ritorna dunque il nome del centrocampista viola, che potrebbe essere inserito nella trattativa per Kalinic. I due nazionali croati dunque potrebbero essere i futuri rinforzi milanisti. Badelj andrebbe a rimpolpare il centrocampo e darebbe garanzie come vice-Biglia, il quale è fragile dal punto di vista muscolare e si è recentemente fatto male. Il terzetto di centrocampo sarebbe completato da Franck Kessié e uno tra Giacomo Bonaventura e Hakan Calhanoglu.

Acquistando il croato della Fiorentina, Vincenzo Montella avrebbe l’opportunità di utilizzare – in emergenza – uno tra Locatelli o Montolivo come interno di centrocampo al posto di uno dei tre sopracitati. Va inoltre detto che con Badelj ci sarebbe anche l’opportunità di giocare con due mediani davanti la difesa, permettendo dunque una maggiore flessibilità dal punto di vista delle scelte tecnico-tattiche in campo.

Badelj ha recentemente cambiato agente, passando ad Alessandro Lucci, già procuratore dei vari Montella, Bonucci e Suso. Questo potrebbe dunque ulteriormente facilitare il suo addio alla Fiorentina, già espresso più volte nel corso degli scorsi mesi. Relativamente invece alle cifre, non è da escludere possa essere inserito – come detto – nell’affare Kalinic. Avendo un contratto in scadenza nel giugno 2018 (anche se con opzione per un altro anno), la Fiorentina di Pantaleo Corvino non potrà alzare troppo le richieste economiche.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it