Niang-Torino, il Milan può concedere uno sconto: la situazione

M'Baye Niang
M’Baye Niang (©Getty Images)

CALCIOMERCATO MILANM’Baye Niang è diventato un vero e proprio ‘caso’ nella squadra rossonera. Il club lo ha messo in vendita e lui ha presentato un certificato medico per non allenarsi per dieci giorni.

Il Milan punta alla cessione del giocatore per incassare circa 18 milioni di euro, soldi che Watford, Everton e Spartak Mosca garantivano. Il club russo offriva addirittura 20 milioni (per qualche fonte anche 22-23) e dunque la proposta era stata accettata da Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli. Ma l’attaccante francese ha rifiutato ogni destinazione finora. L’unica che sembra gradire è Torino. L’operazione deve ancora decollare, però.

Calciomercato Milan, Niang va al Torino?

Secondo le ultime news di calciomercato Milan rivelate dal giornalista Alfredo Pedullà sul proprio portale web, il club granata è entrato nell’ordine di idee di accontentare Sinisa Mihajlovic regalandogli Niang. Il Torino, rispetto all’iniziale offerta da 12 milioni, sembra disposto a salire di 2-3 milioni per provare a chiudere l’operazione. E attenzione ai bonus, che possono essere decisivi nell’affare. Sono ore calde per il futuro dell’ex Caen.

Ovviamente il Milan a questo punto dovrebbe fare uno sconto rispetto ai 18 milioni richiesti inizialmente. Calciomercato.com scrive che i rossoneri potrebbero accettare di concludere a 15 milioni. Nello specifico il noto sito web rivela che è previsto un nuovo incontro tra Mino Raiola e il Torino per discutere del trasferimento di Niang sulla base di un prestito oneroso con obbligo di riscatto per una cifra complessiva di circa 15 milioni.

Vedremo se effettivamente il Milan favorirà il trasferimento del proprio calciatore alla corte di Mihajlovic, che lo vuole fortemente in squadra per poter puntare alla qualificazione in Europa League in questo campionato. I due si conoscono bene dalla stagione trascorsa assieme in rossonero e vorrebbero tornare a lavorare insieme. Non sembrano esserci altre alternative che Niang prenderebbe in considerazione.

 

Redazione MilanLive.it