Abate Immobile Gomez
Ignazio Abate e Ciro Immobile (©Getty Images)

MILAN NEWS – Gli opposti generalmente si attraggono, ma in questo caso si sfidano per capire quale strategia sportiva sia la migliore. E’ il fulcro centrale del match tra Lazio e Milan, che vedrà sfidarsi due club con idee e basi molto differenti.

Il Corriere dello Sport nella sua edizione odierna parla proprio di queste differenze sostanziali; da una parte c’è la Lazio che va avanti con le idee sicure e incontestabili di Claudio Lotito, presidente vulcanico che preferisce fare economia e spendere qualcosa in meno piuttosto che svenarsi. La rosa di Simone Inzaghi è costata in totale 101 milioni di euro e quest’anno si avvale della crescita di molti elementi già presenti in passato: Luis Alberto, Lukaku, Patric, Wallace e Bastos saranno i veri acquisti estivi di una formazione che punta sul gioco e sull’intraprendenza, come dimostrato nella Supercoppa strappata alla Juventus.

Dall’altra parte c’è il Milan: filosofia completamente diversa per i rossoneri che hanno investito 300 milioni per l’attuale rosa, molti dei quali nella sessione di mercato appena conclusa. I proprietari cinesi hanno deciso di spendere molto e regalare a Vincenzo Montella una squadra fatta di prime scelte e di ricambi importanti, anche per la corsa in Europa League. Ma una cosa in comune sembra legare Lazio e Milan: entrambe non hanno paura a puntare sui giovani usciti dal proprio vivaio. La squadra capitolina si affida spesso ai talentuosi Strakosha, Murgia e Palombi, mentre i rossoneri vantano ben 5 elementi del settore giovanile nella rosa di Prima squadra: Donnarumma, Calabria, Locatelli, Zanellato e Cutrone. Un punto in comune che però non sposta equilibri e divergenze tra due club opposti.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it