Lucas Biglia Fassone Massimiliano Mirabelli
Lucas Biglia tra Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli (foto acmilan.com)

MILAN NEWS – Il calcio e le sue sensazioni primarie sono così, strane, imprevedibili, calde e crudeli. Lo sa bene Lucas Biglia, che domani è destinato a tornare nello stadio che lo ha accolto positivamente per 4 anni, ma stavolta da avversario temuto e fischiato.

Il metronomo del Milan sfiderà la Lazio con il cuore in mano, come fatto sapere ieri nella conferenza stampa straordinaria indetta proprio per spiegare i motivi della sua partenza dalla capitale in direzione Milanello. Tutto molto bizzarro, con un affare cominciato addirittura nell’autunno scorso ma concretizzatosi non senza qualche difficoltà. Biglia aveva detto di voler restare alla Lazio e rinnovare il contratto in scadenza, ma le tensioni con Claudio Lotito e la prospettiva di giocare nel Milan gli hanno fatto cambiare idea.

La Gazzetta dello Sport riporta alcune delle dichiarazioni di Biglia rilasciate ieri in conferenza stampa: “Sono felice di tornare a Roma e di rivedere gli ex compagni, con molti dei quali conservo un bel rapporto. Ma ora ho addosso un’altra maglia. Ho il rimpianto di non aver vinto nulla con la Lazio, però bisogna guardare avanti ed è per questo che ho scelto un progetto ambizioso come questo. Il Milan è ciò che volevo e qui ho trovato tutto quel che pensavo”. In poche parole l’argentino ha spiegato i motivi del suo addio, elogiando le strategie dei rossoneri che hanno convinto un calciatore della sua esperienza ad abbracciare il proprio progetto.

Inoltre Biglia ha ammesso di “Ammirare Gattuso e ispirarsi a Pirlo” – di cui porta anche lo storico numero 21 sulla maglia. Insomma il matrimonio con il Milan era nell’aria da tempo e si è concluso positivamente, ma stasera un pizzico di amarcord sentimentale glielo si può anche permettere.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it