L’esultanza di Ricardo Rodriguez, Franck Kessié e Leonardo Bonucci (©Getty Images)

MILAN NEWS – Un’altra vittoria, forse non ancora spettacolare e brillantissima, quella di ieri contro la Spal. Ma il Milan di questo inizio stagione comincia a carburare e, tralasciando il k.o. con la Lazio, ha finora azzeccato tutti gli incontri disputati tra campionato e coppa.

Oltre ad aver agganciato il primato dei 12 punti in 5 partite che mancava da quattordici anni, la squadra di Vincenzo Montella è in vena di superare altri record o di eguagliare risultati positivi del passato, per proiettarsi al meglio verso il futuro. Con il successo di ieri sera sulla Spal il Milan ha portato a tre il numero di vittorie consecutive in casa su altrettanti incontri giocati in campionato tra le mura amiche. Tale andamento positivo a San Siro non accadeva dall’avvio della stagione 2005-2006, con alla guida lo storico tecnico Carlo Ancelotti.

Dodici anni fa il Milan dei vari Maldini, Nesta, Pirlo, Gattuso, Kakà e Shevchenko partì fotissimo nelle gare casalinghe, ottenendo addirittura una strisca favorevole di 10 partite interne vinte consecutivamente in campionato. Nelle prime tre giocate alla ‘Scala del calcio’ i rossoneri batterono 3-1 il Siena, 2-0 la Lazio e 2-1 la Reggina. Risultati molto simili a quelli del Milan attuale di mister Montella che ha segnato in casa una rete in meno (6 contro le 7 nel 2005) e incassato soltanto due marcature dal cagliaritano Joao Pedro e dal friulano Kevin Lasagna.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it