Andrè Silva
Andrè Silva (©Getty Images)

NEWS MILANAndré Silva era sicuramente tra gli osservati speciali di Milan-Spal ieri sera a San Siro. Per la prima volta era schierato titolare in campionato e dunque ci si attendeva un’ottima prestazione, sulla scia di quanto mostrato in Europa League contro l’Austria Vienna.

Non che ci si aspettasse un’altra tripletta, però il portoghese ieri non ha particolarmente brillato. Schierato nuovamente in tandem con Nikola Kalinic, l’ex gioiello del Porto non è riuscito ad incidere e lasciare il proprio timbro sul match. Merito anche di una Spal che si è chiusa molto e ha reso difficile al Milan le verticalizzazioni verso gli attaccanti. Non ci sono state occasioni per Silva e pertanto non gli si può imputare granché a nostro avviso.

Il Corriere dello Sport, però, punta un po’ il dito sul numero 9 rossonero. Nelle pagelle della partita viene dato voto 5 al giovane André, spiegando che la Serie A non è l’Europa League e che patisce l’aggressività dei difensori. Lo stesso quotidiano nella propria analisi del match sottolinea che l’ex Porto appare ancora un po’ ‘tenero’ per il campionato di Serie A e non ancora “inzaghiato”. Vincenzo Montella voleva da lui più rabbia e fame, un po’ come le aveva Filippo Inzaghi quando era attaccante con la maglia del Milan.

 

Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it