Yonghong Li
Yonghong Li (©Getty Images)

NEWS MILAN – Ultimamente se ne è parlato meno, perché le vicende di campo hanno ovviamente avuto maggiore rilevanza, ma la proprietà rossonera deve fare i conti con la restituzione dei 300 milioni di euro che Elliott Management Corporation ha prestato a Yonghong Li.

Di questi soldi, 180 milioni sono serviti all’uomo d’affari cinese per completare l’acquisto della società da Fininvest, mentre gli altri 120 sono confluiti nelle casse del Milan per il calciomercato e la gestione societaria. La scadenza per restituire il denaro al fondo americano guidato da Paul Singer è ottobre 2018. Se gli accordi non venissero rispettati, Elliott Management Corporation diventerebbe proprietario del club.

Tuttavia, Marco Fassone si è sempre mostrato ottimista su questa vicenda. Non è stato escluso un rifinanziamento del debito, con una banca che può subentrare all’hedge fund statunitense come creditore. La Gazzetta dello Sport, però, stamane scrive che dalla Cina arrivano messaggi positivi da Yonghong Li in merito al pagamento della prima tranche da 80 milioni. Il proprietario cinese del Milan pare pronto a versare la prima rata ad Elliott.

 

Redazione MilanLive.it