Silvio Berlusconi, Han Li e Yonghong Li (foto twitter)

MILAN NEWS – Chi si aspettava scintille, fuoco e fiamme o roba simile scatenarsi dopo le dichiarazioni ricche di malumore di Silvio Berlusconi resterà deluso. Il Milan ha deciso di replicare in una maniera decisamente signorile.

Il Corriere della Sera, che già ieri aveva interpellato l’ex presidente rossonero, oggi ha pubblicato la risposta del Milan con una nota tutt’altro che combattiva e orgogliosa. I dirigenti tendono la mano a Berlusconi, che si è detto scontento e poco convinto della gestione in vari punti, in particolare su un   calciomercato Milan decisamente troppo caotico e sulla gestione tecnica di Vincenzo Montella, tanto da ammettere di preferire il giovane e acerbo Christian Brocchi come allenatore della prima squadra.

Il club ha risposto così alle critiche del Cavaliere: Silvio Berlusconi ha il diritto quasi divino di dire quello che vuole sul Milan: è il presidente più vincente della storia. Le sue parole non si commentano, al massimo possono essere da stimolo”. Parole di grande rispetto e stima, la stessa che Marco Fassone ha dimostrato a Berlusconi offrendogli la carica da presidente onorario ad vitam (rifiutata dall’ex patron) e poi non assegnando a nessuno il suo posto in tribuna autorità a San Siro, sperando che Berlusconi possa riavvicinarsi al nuovo Milan da tifoso, cancellando ogni rancore o pentimento.

 

Keivan Karimi – Redazione Milanlive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it