Hakan Calhanoglu
Hakan Calhanoglu (©Getty Images)

MILAN NEWS – I tanti nuovi acquisti non hanno ancora dato quella marcia in più che serve al Milan per arrivare agli obiettivi stabiliti. Alcuni sono ancora fuori condizioni, altri stanno facendo fatica ad adattarsi al campionato italiano e la situazione di caos attuale non li aiuta.

Fra i più deludenti finora c’è Hakan Calhanoglu. Con Amburgo prima e Bayer Leverkusen poi, il turco ha espresso un talento cristallino: un classico trequartista di qualità che negli anni ha imparato anche a ricoprire più ruoli come quelli di esterno e centrocampista centrale. Lampi del miglior Calhanoglu con il Milan si sono visti solo a Vienna in Europa League con un gol, bellissimo, e due assist. Poi il nulla.

Peggiore in campo giovedì contro l’AEK Atene, sostituito in Milan-Genoa dopo l’espulsione di Leonardo Bonucci. Prestazioni che non alzano di certo il morale del calciatore. Che sta vivendo un periodo particolare, come rivelato da Vincenzo Montella in conferenza stampa poco fa: “Calciatore che ha un talento immenso, che ha fatto solo intravedere. Ha un carattere sensibile, sta soffrendo e va sostenuto. Può farci fare il salto di qualità“.

 

Redazione MilanLive.it