Suso si riprende il Milan: da esterno destro torna decisivo

Davide Calabria e Suso (acmilan.com)

MILAN NEWS – Chiaramente era tutto un problema di posizione e movimenti. Jesus Suso non è il classico dottor Jekyll e mister Hyde, non soffre di personalità multipla ne’ di discontinuità cronica. Ma come tanti suoi colleghi per giocare bene deve farlo nel ruolo che più si addice alle sue qualità.

Ieri contro il Chievo Verona, come scritto dalla Gazzetta dello Sport, Suso è risultato il migliore in campo del Milan. Prestazione molto positiva dovuta soprattutto alla posizione occupata in campo che torna a somigliare a quella della scorsa stagione, quando era divenuto un intoccabile nello scacchiere tattico di Vincenzo Montella. Proprio il tecnico rossonero sta riscoprendo il giusto assetto per la sua squadra: un 3-4-2-1 molto dinamico che vede Suso partire più largo rispetto alle precedenti uscite, quando prima da seconda punta e poi da mezzala destra aveva faticato non poco ad esprimersi ai suoi livelli.

Partendo da esterno destro offensivo lo spagnolo ex Liverpool è tornato a giocare con naturalezza e qualità; non a caso ha realizzato ieri il gol del vantaggio al Bentegodi, propiziato l’autorete di Cesar e regalato il pallone del 4-1 finale a Kalinic. Insomma una prova da leader come tanti tifosi milanisti si aspettavano. E i dati statistici sulla sua posizione in campo confermano le attitudini appena citate: Suso ha giocato 38 palloni su un totale di 57 proprio dalla sua zolla ideale, quella di ala destra nel tridente d’attacco rossonero. Sarebbe ora un delitto per Montella spostarlo da questa posizione chiave.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it