Un gol per sbloccarsi: il Milan scopre il vero Calhanoglu

Hakan Calhanoglu
Hakan Calhanoglu (©Getty Images)

MILAN NEWS – Il turco Hakan Calhanoglu, secondo l’analisi della Gazzetta dello Sport, rappresenta l’emblema di ciò che appare del Milan odierno: tecnica, grandi qualità e margini di miglioramento, ma anche la difficoltà ad esplodere definitivamente.

Le speranze sono buone perché il numero 10 turco ha segnato mercoledì la sua prima rete in Serie A, diventando il primo calciatore di questa nazione a siglare un gol con la maglia del Milan. Statistiche a parte, i rossoneri si augurano che Calhanoglu possa essersi definitivamente sbloccato dopo il sigillo del momentaneo 3-1 e una prestazione finalmente continua e senza errori di sorta. Non è facile per un calciatore offensivo straniero inserirsi bene nel calcio italiano, in particolar modo per uno che era rimasto fermo 4 mesi per una assurda squalifica in Bundesliga.

Ora tocca al vero Calhanoglu, quello visto ad Amburgo ed intravisto soltanto a tratti a Leverkusen, che oltre alle punizioni magiche sa anche dare ritmo alla manovra e illuminare il gioco con il suo ottimo piede destro. Un calcio alla timidezza per un ragazzo che di carattere ne ha da vendere, basti pensare alla scelta di prendere il numero 10 del Milan non appena sbarcato in città. Senza Bonaventura, fermo per infortunio, questo è diventato il momento di Calhanoglu, il quale giocando più vicino possibile alle punte può diventare devastante. La Juventus sarà il suo banco di prova definitivo prima di parlare di talento sbocciato.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it