Milan, tre centravanti per 5 reti. E senza Suso poche idee

L’occasione per Nikola Kalinic (©getty images)

MILAN NEWS – Il dato sulla ricostruzione estiva dell’attacco Milan è sconfortante: sono arrivati in rosa quattro calciatori nuovi più l’inserimento di un giovane talento dalla Primavera. Una spesa da circa 90 milioni di euro ma con risultati ancora piuttosto scarni.

Insomma il Milan, come riportato dalla Gazzetta dello Sport, vanta tre centravanti di ruolo in rosa: Nikola Kalinic, André Silva ed il baby Patrick Cutrone. In tre hanno segnato in campionato soltanto 5 reti in 11 giornate. Poco, pochissimo, pensando che gente come Immobile, Icardi o Dybala hanno già segnato da soli più del doppio dell’intero reparto rossonero. La prestazione di Kalinic contro la Juventus è emblematica: ingiusto fare paragoni con il superlativo Gonzalo Higuain, ma dal croato preso per 25 milioni di euro ci si aspetta almeno una media-gol più alta, sia per qualità che per esperienza.

Inoltre il 3-4-2-1 attuato da Montella è modulo equilibrato e più sicuro di esperimenti precedenti, ma in attacco sembra giovare soltanto a Jesus Suso, uno dei pochi superstiti del reparto offensivo dello scorso campionato. Lo spagnolo è determinante, quando si sveglia accende la luce e la fase offensiva del Milan migliora, vedi i 4 gol segnati al Chievo. Altrimenti è notte fonda, visto che Bonaventura è sempre infortunato e Calhanoglu non riesce a fare quei passi in avanti che ci si aspetterebbe da un numero 10 come lui. Milan ormai ‘Suso-dipendente’, ma sarebbe meglio dipendere dalle reti dei tre attaccanti centrali attualmente in rosa.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it