Gabriel Paletta
Gabriel Paletta (©Getty Images)

CALCIOMERCATO MILAN – Passare da titolare fisso nella difesa del Milan a ‘desaparecido’ non è sicuramente un qualcosa di positivo, eppure Gabriel Paletta non sembra aver preso troppo male questa retrocessione.

Per il difensore italo-argentino classe ’86 la stagione in corso non è ancora cominciata: dopo le 30 presenze, condite da 2 reti, dello scorso campionato, Paletta si ritrova esiliato dalla prima squadra del Milan, per scelte espressamente tecniche diverse. Gli arrivi di Musacchio, Bonucci e Rodriguez, il cambio di modulo, la volontà di svecchiare la difesa e tante altre componenti lo hanno costretto all’invisibilità.

Calciomercato Milan, Paletta ormai al canto d’addio

In estate Paletta era già apparso vicinissimo al trasferimento altrove. Il Milan ad agosto scorso gli aveva fatto sapere di non prenderlo in considerazione come difensore titolare ne’ come prima alternativa, dunque si sarebbe dovuto trovare autonomamente una squadra in cui approdare. Sembrava tutto fatto con la Lazio, ma la trattativa in extremis è saltata per inadempienze contrattuali. Ma l’addio di Paletta sarà cosa certa nella prossima sessione invernale a gennaio.

Ieri i piccoli azionisti del Milan hanno domandato a Marco Fassone notizie proprio sul difensore 31enne, che fino allo scorso anno era considerato una parte importante della squadra titolare. La risposta non ha dato adito a dubbi: Paletta è un grande professionista ma le strade del centrale e del Milan sono destinate ormai a dividersi, anche per la scadenza contrattuale ormai vicina fissata a giugno 2018. L’apporto in allenamento e in prestito alla Primavera da parte di Paletta è sempre encomiabile, ma il calciatore farebbe bene a pensare ad un club alternativo.

Oltre a Paletta anche un altro esubero come Gustavo Gomez appare destinato secondo Tuttosport a lasciare il Milan: il paraguayano ha rifiutato l’ipotesi Fenerbahce ad agosto ma in rossonero non riesce proprio a farsi notare. Anche Gomez è nella lista dei sicuri partenti.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it